SCLEROSI MULTIPLA: MOTIVAZIONE E SFIDA

23 Ottobre 2022

Per recuperare un po’ di forma fisica e ritrovare la mia motivazione, ho deciso di auto-sfidarmi: lo scopo è recuperare un po’ di muscolatura ed elasticità. Come tutti ho patito il caldo eccessivo di un’estate veramente torrida che mi ha impedito di svolgere quel minimo di attività fisica necessaria a mantenere un minimo di elasticità.

In questi casi poi scattano meccanismi di comportamento automatici, le nostre convinzioni limitanti che ci spingono a rinviare o rinunciare, facendo venire meno la nostra volontà. 

Per non cadere in questa trappola, ho trasformato il mio obiettivo in una sfida.

In questo articolo ti propongo il bilancio, unitamente  a qualche riflessione che credo possa essere utile per chi ha intenzione di uscire da una situazione che lo disturba ma non sa come fare.

MOTIVAZIONE

Innanzi tutto uno scopo, chiaro e definito: il mio era quello di recuperare un po’ di muscolatura ed elasticità: il caldo di quest’estate mi ha impedito di fare la mia routine quotidiana e mi sono trovato davanti alla scelta: rinunciare a provarci o rimboccarmi le maniche.

Ho pensato quindi di lavorare anche su questo delicato aspetto, cercando di rinforzare la mia autostima portando a conclusione una sfida, senza tentennamenti.

In linea con le mie difficoltà fisiche ho deciso di fare tutti i giorni, per un mese, 5 minuti di ellittica e di ripetere due volte al giorno l’esercizio.

STRATEGIA

Conoscendo bene i meccanismi mentali che metto in atto per sabotarmi, la pigrizia che nasconde la paura del fallimento, ho messo in atto una strategia per me molto efficace: ho deciso di riprendermi e rendere pubblica la mia sfida sui social.

Avevo usato questo stratagemma anche in un’altra occasione: ne parlo in questo articolo dove tratto il tema della forza di volontà.

Detesto fare brutte figure e perdere la faccia. È il mio ego. La mia Importanza Personale, come la chiamava Castaneda. Quindi dichiarando le mie intenzioni pubblicamente mi sono sentito obbligato a non mollare. Ho trasformato un probabile difetto in uno strumento utile a motivarmi.

DIFFICOLTÀ

La strategia è risultata molto efficace: già dopo una settimana volevo smettere. Le gambe erano rigide, doloranti. Senza i filmati e il sostegno diretto o indiretto avrei mollato di sicuro.

Mi è stato utile introdurre nella sfida il freddo. Approfittando della piccola piscina in giardino ho potuto notare che dopo qualche minuto immerso a 14-15 gradi il mio esercizio risultava meno faticoso. E questo aspetto ha contribuito a darmi la forza di proseguire per mantenere fede all’impegno.

Il freddo è un potente alleato. Ne parlo anche in questo articolo.

Ti interessa il mio modo di affrontare la malattia?

Vuoi sapere quali strumenti ho messo in campo per fronteggiare al meglio questa patologia?

Accedi gratuitamente a “SCORRI CON ME”

dove potrai trovare corsi e risorse gratuite per iniziare la tua trasformazione!

RISULTATI

L’esercizio è diventato più fluido. Oggi ho fatto l’ultimo bagno in piscina e poi ho iniziato con l’ellittica. Arrivato ai cinque minuti abituali, visto che la sfida era finita ho continuato e mi sono fermato dopo 10 minuti. 

Capisco: per molti 5 -10 minuti non sono molto. Ma siamo tutti diversi, ognuno ha i propri obiettivi e per me passare da 5 a 10 significa molto. Mi gasa e mi spinge ad alzare la mia asticella

LEZIONI APPRESE

  • Ho sperimentato in concreto cosa significa l’espressione ”il nostro successo dipende da come affrontiamo le nostre sconfitte e le nostre paure”.
  • La tecnica dei piccoli passi è un portento: avere una chiara strategia ti porta ad avere risultati e se scomponi il tuo obiettivo in piccoli passi raggiungibili puoi trovare nuova forza e rinforzare la tua motivazione.

SVILUPPI E OBIETTIVI FUTURI

Al netto delle difficoltà, essere riuscito ad essere costante per un mese mi ha fatto vedere che con impegno qualcosa si può ottenere. Qualcosa di concreto. Un nuovo scalino dal quale ripartire. Quindi continuerò, aumentando un po’ l’intensità, costantemente. In modo che non sia una battaglia, ma piuttosto uno scorrere.

IN CONCLUSIONE

Provare, provare, provare. Non dalla prossima settimana, dal prossimo mese o in primavera. Da oggi. Ne vale la pena. 

Chiamami se vuoi una mano per trovare la tua strada, il tuo ritmo, se sei davanti ad un ostacolo e non trovi la giusta motivazione per raggiungere il tuo obiettivo.

Ti lascio con questo messaggio, tratto da un film che ho amato molto: è una riflessione che ho sempre in testa e che può servire a tutti. Anche a te.

“L’unico vero fallimento è rinunciare a provarci. E il nostro successo dipende da come affrontiamo le sconfitte. Perché dobbiamo farlo. Sempre.

Possiamo essere criticati perché ci sentiamo troppo vecchi per cambiare? Perché abbiamo troppa paura delle sconfitte per ricominciare da capo?

Ci alziamo ogni mattina e facciamo del nostro meglio. Ed è quello che conta.”

[dal film Marigold Hotel]

CONTATTAMI

 

Ti interessa l’argomento e vorresti approfondire? Scrivimi e ti risponderò al più presto.

 

    Inizia ORA la tua trasformazione.

    ISCRIVITI GRATUITAMENTE E SCOPRI CORSI E CONTENUTI GRATUITI

    SCORRI CON ME

    Paolo Boffa

    Paolo Boffa

    Aiuto le persone affette da sclerosi multipla a ottenere la forza mentale e fisica necessaria per affrontare positivamente le difficoltà e riacquistare un nuovo benessere.A differenza di altri coach o fisioterapisti non affetti dalla patologia, propongo la mia diretta esperienza da malato, aspetto che mi permette una profonda condivisione, fondamentale per comprendere il livello del disagio dei malati, delle loro difficoltà e consentendomi di fornire loro gli strumenti più adatti al raggiungimento degli obiettivi che si sono posti.

    CONTATTAMI

     

    Ti interessa l’argomento e vorresti approfondire? Scrivimi e ti risponderò al più presto.

     

      0 commenti

      Invia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Potrebbe interessanti anche:

      Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e i nuovi articoli pubblicati.

      Rispettiamo totalmente la tua privacy, non cederemo i tuoi dati a nessuno e, soprattutto, non ti invieremo spam o continue offerte, ma solo email di aggiornamento.

      L’iscrizione non comporta alcun impegno da parte tua, potrai cancellarti dalla newsletter in qualsiasi momento utilizzando il link presente in ogni email.

        Pin It on Pinterest

        Share This